Ads 468x60px

EffeBiAi

Pages

19 giugno 2007

THE MEATRIX



Su uno sfondo di lettere luminescenti ‘alla matrix,’ la videata iniziale ci presenta la domanda "Cos'è il Meatrix?"
[NdT: Meatrix è un gioco di parole che utilizza il termine inglese "meat," carne, parodiando la famosa serie di film The Matrix]
Ci appare dinnanzi una tipica fattoria a conduzione familiare, con dei maiali delle galline e qualche mucca. Un contadino passa di lì e versa del cibo per il maiale nella mangiatoia.

CONTADINO
Eccoci qua, Leo.. (Leo il maiale grugnisce allegramente e inizia a mangiare).

MOOPHEUS
Psst, Leo! (Leo alza lo sguardo e scorge la figura di una mucca accostata alla stalla, con gli occhiali scuri e un lungo impermeabile nero).
LEO
Chi sei? Come fai a sapere come mi chiamo?

MOOPHEUS
Sono Moopheus, e so molte cose che ti riguardano. Hai mai sentito parlare del Meatrix ?
LEO
Il Meatrix?

MOOPHEUS
Vuoi sapere cos'è?

LEO
Va bene.

MOOPHEUS
La Meatrix ci circonda, Leo. È la storiella che ci raccontiamo per spiegare da dove vengono carne e prodotti animali. Questa piccola fattoria è pura fantasia, Leo. Prendi la pillola blu e rimani nella fantasia. Prendi la pillola rossa e ti mostrerò la verità.
Leo sceglie la pillola rossa. All’improvviso tutto intorno cambia e si ritrovano entrambi in una lugubre porcilaia di tipo industriale, con le scrofe rinchiuse a perdita d’occhio in gabbie-incubatrici . Anche Leo si ritrova in gabbia.

MOOPHEUS
Benvenuto alla realtà.

LEO
Cavoli! Ma cos’è questo posto orribile?

MOOPHEUS
E’ una fattoria industriale, Leo. È da posti come questo che viene la gran parte delle uova, del latte e della carne che consumiamo.

LEO
Ma com’è che è successo?

MOOPHEUS
Ora ti mostro.Vieni.
(Moopheus accompagna Leo ad una piccola fattoria, diventano due silhouette in primo piano)
Verso la metà del XX secolo, grosse società agro-alimentari iniziano ingordamente a modificare l’agricoltura tradizionale per massimizzare i profitti, con grave pregiudizio sia per gli animali che per gli uomini. E’ nata l’agricoltura industriale.
Un minaccioso robot appare all’orizzonte e avanza . Il cielo si fa scuro. Ora osserviamo la scena filtrata in rosso come dal monitor del robot; compaiono un mirino elettronico e una scritta che incoraggia a‘massimizzare i profitti.’ La fattoria viene colpita. Siamo testimoni della trasformazione della fattoria a gestione familiare in fattoria industriale. Sullo schermo in basso appare la prima di una serie di ‘etichette,’ “maltrattamenti sugli animali.”
Gli animali vengono ammassati il più vicino possible gli uni agli altri. La maggior parte non vede mai la luce del sole, né ha accesso all’aria fresca, o un contatto naturale col terreno. Molti non hanno nemmeno lo spazio per girarsi.
Queste crudeli condizioni creano liti e malattie tra gli animali. Per questo la macchina industriale inizia a mutilare sistematicamente gli animali con pratiche come il ‘debeccaggio’ delle galline, e prende piede la pratica di aggiungere un flusso costante di antibiotici al mangime, semplicemente per mantenere in vita i poveri animali.
L’utilizzo eccessivo di antibiotici genera ceppi di bacilli super resistenti e portatori di malattie. Ci avviciniamo ogni giorno di più a un’epidemia senza ritorno.
(in basso sullo schermo appare la scritta “Germi patogeni resistenti agli antibiotici”)

LEO
Ammazza! Cos’è questa puzza?

MOOPHEUS
(Con voce smorzata) 6 milioni di chili di escrementi vanno ad inquinare l’aria e le falde acquifere. Ecco perché spesso le comunità vicino ad allevamenti industriali hanno un’alta incidenza di malattie da acqua o aria inquinate.
(Il logo “Inquinamento massiccio” appare in basso sullo schermo)

LEO
Che puzza di mmm…

MOOPHEUS
Shhh. E non è tutto. Le grosse società agro-alimentari distruggono intere comunità e maltrattano il personale da decenni. Dal 1950 sono scomparse in America più di 2 milioni di micro-suinicolture. Di questo passo, presto non esisteranno più fattorie indipendenti a livello familiare .
(Vediamo un panorama con il robot che schiaccia fattorie dipinte di rosso, “defecandoci” sopra dei capannoni grigi. Il cielo si fa sempre più cupo. Il logo “Comunità distrutte” appare in basso sullo schermo)
Ecco la Meatrix, Leo. Le Bugie che ci raccontiamo per spiegare da dove viene il nostro cibo.
Ma non è troppo tardi. C’è una resistenza.
(Si uniscono a Moopheus un altro maiale e una gallina. Tutti hanno occhiali scuri e soprabiti neri)

LEO
Puoi contare su di me.
(Infuriato, Leo salta via dalla gabbia e si libra nell’aria in un’azione alla Matrix)
Come li fermiamo, Moopheus?

MOOPHEUS
(Rivolgendosi direttamente allo spettatore)
Noi spargiamo la voce ma sei tu, il consumatore, ad avere il vero potere. Non foraggiare l’agricoltura industriale. C’è un’infinità di scelte possibili.
(Tende lo zoccolo in avanti offrendo una grossa pillola rossa)

Clicca qui e ti mostrerò cosa puoi fare per sfuggire alla Meatrix.
Per chi volesse vedere il filmato: http://www.themeatrix.com/