Ads 468x60px

EffeBiAi

Pages

23 settembre 2007

Il cielo è inferno - (Art. di Zret)



Strani fenomeni nel cielo sono osservati sempre più spesso in questi ultimi tempi: aloni, nubi madreperlacee, nuvole dalle configurazioni quasi geometriche...
Bisogna, in primo luogo, ricordare che alcuni di questi fenomeni sono naturali, per quanto piuttosto infrequenti. Si pensi all'alone che è un sistema di cerchi colorati i quali sembrano circondare il Sole o la Luna. Tali cerchi sono dovuti a rifrazione e riflessione della luce nei cristalli di ghiaccio presenti nella zona superiore dei cirri o dispersi nell'atmosfera alle alte latitudini. Queste formazioni, che sono visibili soprattutto d'inverno, presentano il rosso all'interno ed il violetto all'esterno.

Particolari formazioni meteorologiche sono le nubi madreperlacee, situate ad un'altitudine media di 24 km e provocate dalla concentrazione occasionale di vapore saturo; esse assumono una colorazione iridescente a causa della rifrazione della luce nello strato di vapore. Le nubi nottilucenti sono formazioni visibili solo di notte. Sono di colore argenteo e brillano a causa della luce del Sole che, anche se è ormai calato al di sotto dell'orizzonte di un osservatore posto sulla superficie terrestre, riesce ugualmente a rischiararle, rendendole sfavillanti. Al contrario delle normali nubi, non sono formate da gocce d'acqua e non provocano la pioggia: pare che siano composte da polveri di origine meteorica o vulcanica. Le nubi nottilucenti si trovano a circa 80 chilometri di altitudine, nella regione dell'atmosfera denominata mesosfera. Sono notevolmente più alte delle nuvole comuni, cioè quelle vaporose, che solcano i cieli della troposfera, che non supera i 15 chilometri di altezza dal suolo. Accanto a queste manifestazioni create da Madre Natura, però, sono segnalati fenomeni anomali, riconducibili senza dubbio a tutte le attività di manipolazione della ionosfera e della troposfera, operazioni che derivano dall'applicazione di black projects, ossia progetti militari segreti, risalenti alla seconda metà del XX secolo ed ideati dai vertici militari all’insaputa dei governi ufficiali. A tale proposito, il fisico e scienziato dei sistemi, Paul La Violette, così si esprime: “Con la tecnologia attuale, è possibile rifrangere un fascio di microonde in modo da formarne uno contrapposto che è il coniugato di fase dell’originale. Questi due fasci si agganciano precisamente in fase, fornendo un’onda elettromagnetica stazionaria in grado di immagazzinare un’enorme quantità di energia, di magnitudine molto più elevata rispetto a quella in entrata necessaria per generarla. Per mezzo di tali fasci di onde scalari, l’energia può essere trasmessa a grande distanza tra il coniugatore di fase ed un punto di destinazione anche molto lontano, senza perdite significative. Usando parecchi di questi fasci a microonde sotto forma di schieramenti in fase di radar interferometri, si potrebbe creare uno scudo deflettore di raggi cosmici. Strani fenomeni energetici (cerchi nel grano, sfere che si separano e si ricompongono) potrebbero essere creati con tecnologie segrete”.

Il linguaggio usato da La Violette è tecnico, ma si riesce a comprendere la sua nota negli aspetti salienti: attraverso complessi sistemi, si possono convogliare onde elettromagnetiche verso precisi punti dell’atmosfera o del pianeta, sfruttando altresì i metodi interferenziali, ossia la sovrapposizione di fasci energetici.
Si ritiene che questi sistemi (H.A.A.R.P. in primis) possano essere usati per gli scopi più diversi: colpire e disintegrare un bersaglio ubicato in un punto preciso della superficie della Terra; irradiare energie in alcune zone della ionosfera e della troposfera, riscaldandole; appiccare incendi; influire sulle dinamiche meteorologiche (correnti a getto, perturbazioni… ), determinando fenomeni anormali, come arcobaleni chimici, il tutto in sinergia con le chemtrails. Ad esempio, gli aloni sovente fotografati sembrano essere artificiali: sono discernibili in tutte le stagioni, anche con alte temperature, in assenza quindi di cristalli di ghiaccio e rivelano una predominanza di circonferenze verdi, poiché il bario, sparso in modo massiccio nell’atmosfera, conferisce loro una colorazione verde.

Ecco perché allora il firmamento, sia diurno sia notturno, è teatro di spettacolose ma infernali configurazioni, ora luccicanti ora iridate ora opalescenti: enormi arcobaleni dalle tinte accese che si incurvano in un cielo lattiginoso, drappi sfrangiati multicolori, nuvole dalle forme e dalle disposizioni regolari, simili alle distribuzioni assunte della limatura di ferro su un magnete, pseudo-aurore boreali, sinistre luci che rischiarano le tenebre.


Z R E T - Scie chimiche



Fonti:

Cieliazzurri, Halo, 2007
Enciclopedia delle scienze, Milano, 2005 sotto le voci alone e nubi madreperlacee
P. La Violette, Earth under fire Il codice dell’Apocalisse, Roma, 2007 pp. 441-442
Jerry E. Smith, Weather warfare, 2006
Zret, Arcobaleno di morte, 2006


6 commenti:

Anonymous ha detto...

Ciao Ti allego quanto risposto ad un altro AMICO, per non ripetere di nuovo:Ciao Fratello Italiano, in risposta al mio scritto:" purtroppo il fatto che non accada solo qui....non è, nè deve essere la classica consolazione!"
Se pensi a ciò che stanno vivendo e subendo i Tuoi cari, i Tuoi nipotini, quotidianamente ed estremamente grave, non lo si può e non lo si deve accettare passivamente.
Un consiglio da povero..: almeno attacca con dello scotch un'imaggine delle scie chimiche sull'esterno del vetro posteriore della Tua auto, vedrai che qualcuno lo noterà e forse qualcuno Ti domanderà e se puoi Tu spiega (ciò che puoi provare), questo sarà già un passo avanti nel difendere i diritti e la salute dei Tuoi Cari, quando si rovinerà quel foglio cambialo e và avanti non avrai fatto male a nessuno, ma combatterai intelligentemente e democraticamente una delle tante vessazioni che siamo costretti a subire.
Un caro SALUTO, da Sandro.
www.mediterraneopovero.il cannocchiale.it
Cogline l'occasione, parlo del "foglio sull'auto.." in attesa del "d day.." quello di tutti con il viso rivolto al cielo, al quale stò lavorando per centrare gionate come oggi, ovvero "intasate dal traffico aereo.."
Ciao e buon lavoro.

Anonymous ha detto...

Caro bojs,
oggi il cielo è vergognosamente striato e coperto da porcherie chimiche. Vanno avanti così da ieri ma questa notte è scattato il piano di irrorazione massiccia, e la luna mi ha aiutato a vedere lo scempio notturno. Fate pure farabutti che non siete altro, spargete i vostri veleni ma ricordate che in questi giorni di equinozio è l'Energia di Michele a governare. Come dite? E' per questo che create lo schermo agli impulsi cosmici? Per evitare che l'umanità venga attivata da tali forze? Bhe...sbagliate di grosso!!! Quella forza noi l'abbiamo dentro fin dal momento del concepimento e potete, forse, solo ritardare di un pò la sua ESPLOSIONE.

Walter

P.S. MIKA-EL! MIKA-EL! MIKA-EL!

Anonymous ha detto...

Sì Mediterraneopovero,

farò quanto suggerito da te.. ;)
e inoltre ti informo che il primo sabato di ottobre ci sarà la possiobilità di fare quanto TU hai intelligentemente 'suggerito' a Bologna..!!!

Fammi sapere se sei diponibile per uqella data e quante persone puoi coinvolgere..!!

Fammelo sapere il PRIMA POSSIBILE.. OK?

Ti abbraccio fraternamente!!

#B O J S*

Anonymous ha detto...

Walter Fratello caro...

è giusto e molto bello quanto esponi nel tuo commento ;))

Ma purtroppo moltissime persone nel mondo subiranno gli effetti - secondari - di tali operazioni!!

Dato che NOI non siamo affatto insensibili alle sofferenze ALTRUI cerchiamo quantomeno di ri-svegliare le coscienze assopite dalle operazioni chimiche ed elettromagnetiche.. affinchè 'qualcuno' (almeno) possa trovare oltre la spiegaziopne anche la strada per scampare a quanto avviene ed avverrà nel prossimo futuro.

Se vuoi far parte dei nostri il primo sabato di ottobre ci sarà un primo 'contatto' a Bologna.. fammi sapere se eventualmente puoi essere interessato.

Ti invio un caro e fraterno saluto.

#B O J S*

Anonymous ha detto...

@ bojs:
sembra che l'unica maniera di mantenere un contatto con te e gli altri sia questo blog. Tempo fa mi dicesti come contattare zret per "stringere" un pò di più ma non ebbi alcuna risposta da lui. Per la data che indichi si potrebbe fare, anche perchè a Bologna ho lavorato per due anni e mi è rimasta nel cuore, però dobbiamo migliorare la comunicazione e questo dipende solo da voi. Fatemi sapere.
Cari saluti a tutti, Walter.

P.S. Quanto conoscete di Celestino V e della sua vita?

B O J S ha detto...

Walter amico caro,

puoi contattarmi lasciando un messaggio vocale 'privato' in cui comunichi il modo per essere contattato personalmente.. trovi il link sulla destra del Blog.. cliccandoci sopra puoi registrare un mex in cui comunichi un tuo recapito a cui contattarti personalmente.. scusa la ripetizione delle frasi :(

Per quanto riguarda Celestino V conosco varie cose.. facci sapere a cosa ti vuoi riferire..

Nell'attesa di sentirti personalmente.. ti invio un caro abbraccio fraterno.

#B O J S*